La nostra rivista, "on line" dal 2003, nasce dal desiderio di condividere con i lettori gli studi, le riflessioni e i lavori di numerosi autori, di diverse discipline, accomunati dallo spirito di ricerca e dal piacere del confronto e del dialogo aperto. In questa pagina presentiamo un breve profilo degli autori.

Pippo Palazzolo

Pippo Palazzolo

Pippo Palazzolo, nato ad Acate (Ragusa) nel 1953, è laureato in Scienze Politiche e Sociali (Università di Catania, 1977). Dopo la laurea, per diversi anni si è dedicato a studi e ricerche nel campo delle discipline tradizionali, fra le quali l’astrologia ha avuto un posto centrale. Nel 1984 ha costituito a Ragusa una Delegazione del C.I.D.A., Centro Italiano di Astrologia di Torino, allora presieduto dalla scrittrice Serena Foglia, allo scopo di promuovere lo studio, l’approfondimento e la divulgazione dell’astrologia. Nel 1988 ha fondato l’A.s.tr.um., Associazione per gli Studi Tradizionali e Umanistici, di cui è tuttora Presidente. Nel 1996 ha promosso la nascita della rivista culturale “Le Ali di Ermes”, che dal 2003 è pubblicata sul web. Docente di Diritto ed Economia (1986-2011) presso una scuola statale, dal settembre 2011 all’agosto 2017 è stato Dirigente Scolastico. Si dedica attualmente allo studio di materie umanistiche.

Il prof. Cosimo Alberto Russo, nato a Ragusa nel 1953, risiede a Roma. Laureato in chimica con il massimo dei voti, ha insegnato negli Istituti Superiori fino al 2016. E’ stato anche responsabile del settore acque in laboratori di analisi e Consulente Tecnico del tribunale di Roma. Attivo in campo ambientalista dal 1971; in particolare ha collaborato con il WWF, la Federconsumatori ed i Verdi. Ha pubblicato vari articoli a carattere scientifico e di cultura generale; è coautore del testo “Scienze e tecnologie applicate” (F.Vessella, S.Giannella, C.A.Russo – Mondadori education/Poseidonia Scuola, 2015). Interessato agli insegnamenti del buddismo tibetano che segue da circa quaranta anni. Attualmente si sta dedicando allo studio del disegno artistico.

Cosimo Alberto Russo

Giuseppe Tumino

Nato a Ragusa nel 1952, si è laureato in Filosofia nel 1975 presso l’Università di Catania con il prof. Francesco Romano (tesi sui Sofisti) ed ha conseguito il Diploma di Perfezionamento in Filosofia presso l’Università di Pavia con il prof. Mario Vegetti (tesi su Aristotele). Dal 1988 al 2015 ha insegnato Storia e Filosofia presso il Liceo Classico Umberto I di Ragusa ed ha fatto parte della Commissione Storica Provinciale per il rinnovamento della didattica della storia contemporanea. Ha pubblicato vari saggi di filosofia antica, alcuni dei quali sulla rivista Chronos. Quaderni del Liceo Classico, ed è stato relatore in numerosi corsi di aggiornamento e convegni di studio sia di storia che di filosofia.

Federico Guastella, abilitato all’insegnamento di Scienze Umane e Scienze umane e storia, è stato Ragusa dirigente scolastico. Apprezzato saggista, ricercatore scrupoloso ed esigente, autore di testi letterari in prosa e in versi, ha al suo attivo anche contributi di pedagogia e didattica, essendo stato impegnato in corsi di aggiornato per docenti della scuola primaria e dell’infanzia. La sua produzione spazia così dalla saggistica alla narrativa alla poesia. Nell’opera Chiaramonte Gulfi – La mia diceria (Ragusa, 2014) ha proposto un itinerario della memoria individuale e collettiva in un serrato dialogo a più voci tra l’attualità e la storia recente, tra le relazioni dei luoghi dell’anima e dei luoghi della natura e del paesaggio. Il libro Colapesce (Ragusa, 2012), scritto in collaborazione, ha valore pedagogico-educativo, oltre che letterario e demologico. Tra le ultime opere pubblicate dall’editore Bonanno di Acireale-Roma, si ricordano: Andrea Camilleri, Guida alla lettura (2015); Fra terra e cielo. Miscellanea di saggi brevi con Gesualdo Bufalino (2016); Serafino Amabile Guastella. La vita e le opere (2017); Il mito e il velo (2017); Viaggio intorno al libro rosso (2018); Ignazio Buttitta e Danilo Dolci, due profili culturali della Sicilia (2019); Luigi Pirandello. I romanzi, i miti (2020). Degno di nota il volume Una rilettura del Gattopardo (Bonanno 2021). Recentemente ha svolto una ricerca sulla Massoneria in provincia di Ragusa che si è conclusa con la pubblicazione del libro Alle radici della Massoneria Iblea (Bonanno, 2021), preceduto dall’opera Pagine esoteriche (Bonanno, 2017). Ha curato la prefazione di più opere; gli sono stati pubblicati articoli in diverse riviste; è stato premiato in più concorsi per la poesia e annualmente si è classificato al primo posto per i saggi anzidetti di cultura siciliana al concorso città di Favara (AG), indetto dal Centro Culturale “R. Guttuso”. Ha pubblicato un libro su Sciascia, intitolato “Sguardo su Sciascia”. Studioso di storia locale, attualmente è impegnato nella stesura del volume Il miele dolceamaro degli Iblei. Privilegiando la letteratura dei siciliani, sta altresì lavorando su una monografia dal titolo Sicilia letteraria – Luoghi e volti.

Federico Guastella

Anna Livia Villa

Anna Livia Villa, storica dell’arte e guida turistica a Roma, si è laureata all’Università di Roma “La Sapienza” nel 1984 con una tesi sul mito di “Amore e Psiche, il mito a confronto tra la fonte iconografica classica e le opere di epoca neoclassica tra il 1770 e il 1815”, nel 1996 ha conseguito il master in Didattica Museale presso l’Università Roma3. Ha collaborato, tra il 1993 e il 1997 con la Soprintendenza di Castel Sant’Angelo svolgendo visite al pubblico e redigendo uno studio sulla “stufetta” di Clemente VII. Per il Comune di Roma ha lavorato in ambito didattico seguendo progetti rivolti alla scuola Secondaria Superiore e dal 2013 ricopre il ruolo di responsabile dell’Ufficio Didattica ed Eventi nella Galleria d’Arte Moderna della Sovrintendenza Capitolina. Abitualmente cura l’organizzazione di conferenze e eventi culturali con sede nella Galleria. Di concerto con l’Accademia delle Belle Arti di Roma come coordinatrice ha seguito il progetto “InterGam, per un museo visibile” finanziato dal MIUR e concluso nel 2014 con l’installazione di supporti multimediali. Ha pubblicato “Temi per una collezione, opere della Galleria d’Arte Moderna di Roma”. Come guida turistica cura percorsi artistici-culturali nella città di Roma in italiano e in inglese.

Giuseppe Nativo, pubblicista, collabora a diverse testate giornalistiche quali: www.ondaiblea.it (quotidiano on line); quotidiano La Sicilia (settore Cultura e Libri), Dialogo (mensile pubblicato a Modica–Rg). Ha condotto ricerche su problemi socio-demografici del territorio ibleo e studi storico-archivistici riguardanti la Sicilia del XVI secolo. È impegnato a ricostruire l’attività della Santa Inquisizione nella Contea di Modica negli anni ’50 e ’60 del Cinquecento. Su quest’ultimo argomento, tra il 2003 e 2005, ha tenuto alcune conferenze in Modica nell’ambito di un ciclo di incontri patrocinati dal Comune di Modica (Rg).    È stato chiamato a far parte del “comitato scientifico” di “Genius Loci” (edizione 2003, 2004 e 2005), nell’ambito del quale ha contribuito alla realizzazione delle singole rassegne (ricerca, schedatura e recensione) delle tesi di laurea su Modica. Nel 2007 fa parte del Comitato di Redazione della rivista trimestrale “Pagine dal sud”, edita dal Centro Studi “F. Rossitto” di Ragusa per il quale cura le relazioni con la stampa. Nel corso del biennio 2009-2010 è stato direttore responsabile della rivista letteraria “Trasmigrazioni” (pubblicazione semestrale edita dal Centro Studi “F. Rossitto”).   Da fine 2010 è vice direttore della testata on line www.ondaiblea.it. Nel dicembre 2011 è stato chiamato a far parte della “giuria tecnica” del premio letterario regionale “La Memoria – Ornella Lorefice”, promosso dall’AVO regione Sicilia per il triennio 2011/2013.   Dal 2013 è iscritto al Sindacato nazionale scrittori.

Giuseppe Nativo

Nunzio Brugaletta

Nato a Ragusa nel 1950, Nunzio Brugaletta si è laureato in Matematica presso l’Università di Catania. Dopo aver superato il concorso a cattedra ha insegnato Informatica presso l’Istituto Tecnico Commerciale F.Besta di Ragusa dedicandosi anche alla produzione di materiali didattici. Appassionato da sempre di arti grafiche e da tutto ciò che ruota attorno ad esse (fumetti principalmente ma anche grafica in tutte le sue declinazioni,
arti pittoriche), al pensionamento si è dedicato alla ripresa di una antica passione, coltivata da giovane ma in stand-by durante l’attività lavorativa: il disegno di fumetti. Fondamentalmente si occupa di adattare a fumetti testi letterari e ha pubblicato adattamenti da Kafka, Pirandello, Dostoievskji, Gogol…

Pubblicazioni: https://ilmiolibro.kataweb.it/ricerca/+?solrex%5Bt%5D=&solrex%5Bc%5D=&solrex%5Ba%5D=nunzio+brugaletta

Claudio Messori ama definirsi un viaggiatore errante sulla rotta del disincanto. Quando il cielo è limpido resta ad osservare il bagliore delle stelle e viaggia per la Galassia da una stazione aerospaziale all’altra divertendosi a decifrare le indicazioni fornite dalle mappe olografiche installate nelle hall. “Voi siete qui”, dicono le freccine lampeggianti indicando un punto sul quadrante olografico. “Il pianeta Terra è qui”, a circa 37455823 anni luce di distanza. “Ma come?! Non mi avevate detto che gli esseri umani sono il centro dell’Universo!?”. Si interessa di identità fisica del fenomeno mentale dalla seconda metà degli anni ottanta del ‘900. Ha pubblicato tre saggi, due libri di narrativa e diversi articoli a carattere scientifico sia in italiano che in inglese. Dal 2012 collabora con la rivista italiana di psicologia del profondo Il Minotauro e dal 2016 con la rivista scientifica Open Access Library Journal. Il 22 Dicembre 2020 ha compiuto 65 anni.

Claudio Messori

Frsancesco Clemente

Francesco Clemente

Francesco Clemente è nato a Grottaglie (Taranto) il 12 marzo 1975. Dopo la maturità classica si laurea a Napoli in Filosofia nel 1999 con lode e prosegue gli studi nel capoluogo partenopeo per la specializzazione all’insegnamento nelle scuole superiori. Prosegue i suoi studi a Roma, dove svolge la frequenza di corsi per la redazione editoriale presso l’agenzia Herzog di Roma, collaborando poi con diversi editori romani e scrivendo per alcuni anni per la testata “Mangialibri”, impegnata nella critica letteraria. Saggista per riviste di approfondimento accademico, svolge l’attività di docente di filosofia e storia nei licei di Stato.