Home

Urania’s Mirror, or A view of the Heavens,  pubblicata nel 1824; l’illustrazione è del cartografo inglese Sydney Hall.

Oggi, alle 3.39 ora locale, il Sole è entrato nel segno dell’Acquario (zodiaco tropicale) e vi rimarrà fino alle ore 17.43 del 18 febbraio. Ecco di seguito alcune brevi considerazioni astrologiche. 
Come gli altri segni al centro delle stagioni (Toro, Leone e Scorpione), anche l’Acquario è un segno “fisso”, in quanto al centro dell’inverno. La sua polarità è “maschile” e l’elemento al quale è associato è l'”aria”. Potrebbe sorprendere che un segno che si chiama Acquario sia attribuito all’elemento aria, quindi forse è bene chiarire che il simbolo del segno non è un “acquario” con i pesciolini dentro, ma un uomo, l'”Acquaiolo”, che versa dell’acqua da un’anfora. Questa immagine evoca un senso di amicizia e di condivisione, che sono fra le caratteristiche del segno. 
Un segno complesso, quello dell’Acquario, dove hanno il domicilio due pianeti di natura ben diversa tra loro: Saturno, governatore tradizionale del segno e Urano, che viene considerato l’attuale governatore del segno, dopo la sua scoperta, nel 1781, da parte dell’astronomo tedesco William Herschel. Se Saturno è il pianeta del potere costituito, delle istituzioni, delle regole rigide, Urano rappresenta invece la forza del cambiamento, la contestazione del potere in nome di valori umanitari e solidali, le innovazioni. 
Poiché “come è in alto (Cielo), così è in basso (Terra)”, la scoperta di Urano segna le epoche dei grandi cambiamenti. Basti pensare che appena 8 anni dopo la scoperta di Urano, in Francia scoppia la Rivoluzione che sconvolgerà profondamente l’assetto sociale e politico dell’Europa negli anni successivi, all’insegna delle tre parole d’ordine: libertà, uguaglianza, fratellanza. 
Se a questi valori sommiamo quelli di Saturno, che sono, fra gli altri, la razionalità, l’autocontrollo, la determinazione e l’impegno, abbiamo un quadro della personalità dell’Acquario, che tuttavia oscilla fra i due estremi Saturno/Urano, conservazione/rivoluzione, a seconda di quale dei due pianeti sia prevalente nel cielo natale. Queste caratteristiche le possiamo ritrovare in chi ha il Sole, la Luna, l’Ascendente o uno stellium (tre o più pianeti) nel segno dell’Acquario.
Ricordiamo, infine, che ciascuno di noi ha il segno dell’Acquario nel proprio tema e, a seconda dell’ora di nascita, le sue caratteristiche si potranno manifestare in settori diversi della vita (le “case astrologiche”).
 
Pippo Palazzolo
 
Benvenuto! Il sito "Le Ali di Ermes" ha una nuova veste, più funzionale. Tutti i contenuti del vecchio sito si possono leggere accedendo a lealidiermes.net/vecchiosito

Figli di un dio meccanico

3 commenti

di Claudio Messori* Viviamo in una società tecno-centrica, dove la scienza e la tecnica, in virtù dell’efficacia dei loro mezzi, possono trasformare ciò che si pensava…

Leggi di più»

Il segno dei Pesci

1 commento

Il segno dei Pesci  di Pippo Palazzolo      Oggi, alle 11.44 ora locale, il Sole è entrato nel Segno zodiacale tropicale dei Pesci e…

Leggi di più»
Prossimi eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.